Written by

Nice Pomade goes to Milan

Annichelita ma figa, Bellezza senza nichel| Views: 203

Metti una sera a Milano. Metti, poi, che t’arriva il socio in giacca e cravatta. Bello, rilassato, riposato, con un sorriso smagliante…lui. Mentre io attaccavo le pupille che mi cascavano dalla stanchezza.

Metti una location mozzafiato. Metti la presentazione di una Puglia fatta di eccellenze e metti sempre lui il socio che, sempre con il sorriso di cui sopra, si fa immortalare con tutta la gnocca a disposizione.

Metti pure che non ho fatto altro che dirgli «Luchetto, ok le foto con le gnocche, ma almeno ricorda l’anima del commercio»… l’animadellimortaaaaaccituaaaaaaa penso io mentre lui era impegnato a sbavare in ordine per i capelli della Panicucci «moni mi sono sentito una femmina, guardavo la perfezione e la cura dei suoi capelli»; le tette della Maddalena Corvaglia «secondo me sono finte, col cacchio che le stanno su così» commento acida io; Maddalena Corvaglia nice pomade

per poi passare al sorriso smagliante di Ellen Hidding «la più bella e poi Moni è così semplice». ellen hiddings nice pomade

Metti che poi lo richiamo all’ordine e lo obbligo a dispensare braccialetti brandizzati. Fortuna che per soddisfare la mia curiosità intellettuale arrivano Gianluca direttamente da una altisonante scrivania del Corriere della Sera e i miei adorati Gnam Box 10615374_10152707921327749_2110958897830242880_n 10983402_10152707921802749_8762589826915424314_n Metti, allora, una sera Nice Pomade a Milano e come al solito lui superfigo e io supercotta, ecco che nonostante tutto raccogliamo frutti e seminiamo sogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *