Written by

Extra shopping sul Corriere

Corriere della Sera| Views: 73

A Lecce lo shopping dalle Vergini suicide

Sono le Vergini suicide e lo shopping di tendenza è nella loro bottega in via Acaya 10 a Lecce. Vergini per questioni astrali, Claudia e la sua socia sono nate sotto la stessa stella, suicide poiché aprire un negozio di second chance al Sud all’inizio è sembrato un azzardo.

A pochi passi dall’anfiteatro romano, nella via che porta nel tempio dei gourmet, il ristorante di Floriano Pellegrino e Isabela Potì, ecco che ci si imbatte in una vetrina sui generis. Manichini con teste di animali, un’ambientazione da favola un po’ noir ma molto glamour, ecco l’idea rivoluzionaria di due donne che fanno incetta di capi d’abbigliamento, accessori e pezzi di arredamento di puro design e che è possibile acquistare a prezzi più accessibili proprio perchè sono di seconda mano. Oltre agli abiti e gli occhiali vintage, rigorosamente di marca, capita di trovare la borsa di Chanel che in altro colore è in esposizione al Moma a New York, piuttosto che gli occhiali da sole vintage firmati YSL, ma vanno oltre queste Vergini suicide. Specchi degli anni ’80, tavolini e grammofono, fino a un grande cactus in stoffa: qui si può acquistare proprio tutto e si può anche avere una consulenza per la progettazione d’interni. Un emporio di cose belle che deve essere scoperto e nel quale bisogna trascorrere del tempo per fare un salto nel passato e andare a recuperare pezzi unici e autentiche occasioni.

 

Fashion house, il concept store della bellezza

È il regno di ogni donna. È lo scrigno dello shopping più alternativo. Si chiama Fashion house ed è a Taranto, nella via dello shopping, al numero 74 della centralissima via D’Aquino, ma in un posto che bisogna conoscere, poichè non è per tutti. Al primo piano di un palazzo degli anni ’70 dietro la porta contrassegnata da una stella che richiama il nome dell’eclettica titolare, si staglia alla vista un luogo del piacere. È un concept store in cui ci si sente a casa. L’allestimento è quello di un appartamento dai toni barocchi, l’eccesso e il lusso sono il leit motiv della bellezza ostentata, lo stile è quello siglato dal gusto di Stella Panariti che sceglie per le sue clienti abbigliamento alla moda che riviene dalle ultime sfilate milanesi e parigine con una scelta affascinante di scarpe, borse e bijoux. Ma la coccola è totalizzante poiché, in pieno stile newyorkese, per le clienti sono a disposizione un bar e un centro estetico per rinnovare magari la piega dopo le fatiche dello shopping.

 

L’arco dei tipici a Locorotondo

Le focacce fracide nella più tipica delle tradizioni locorotondesi è possibile trovarle all’Arco dei Tipici (Via Vittorio Veneto, 126), avanposto del gusto all’ingresso di Locorotondo a un passo dal Doc’s 101 il vero regno della buona musica e degli ottimi cocktail.

Prodotti della tradizione esclusivamente provenienti dalla Valle d’Itria, le friselle, i taralli, la pasta ma anche l’olio dell’azienda Convertini e il vino della famiglia Cardone. Un’idea che piace moltissimo ai turisti che in questa piccola bottega del gusto prima di acquistare possono degustare il piatto del contadino con una selezione davvero gustosa.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *